Prestiamoci: prestiti tra privati

Prestiamoci: prestiti tra privati

Cerchi una piattaforma di prestiti tra privati, ma non riesci a trovarla? Beh, forse non hai mai sentito parlare di Prestiamoci. Si tratta della primissima piattaforma di prestiti Peer-to-Peer (chiamata anche P2P Lending) italiana.

Nacque nel lontano 2008, grazie all'autorizzazione della Banca d'Italia (ente che si prende la briga di controllarne l'operato). Il suo obiettivo è solo quello di promuovere i prestiti tra i privati: non ci sono intermediazioni di altre banche. L'unica cosa che fa, dunque, è semplicemente far incontrare i prestatori con i richiedenti. Tutta la procedura viene controllata in un modo particolarmente serio.

Forse uno dei lati negativi di questa realtà riguarda proprio le lunghe procedure burocratiche talvolta bisogna essere pronti a svolgere. I prestatori possono liberamente scegliere a chi prestare i soldi e a chi, invece no; non ci sono obblighi di alcun genere!

Prestiti

Come avrai ben potuto capire dalla breve panoramica su quest'importante realtà finanziaria italiana, Prestiamoci non emette carte, non apre i conti e non fornisce i mutui. L'unico campo di attività di quest'azienda è quello relativo ai prestiti che, come già chiarito, vengono emessi da privati per i privati.

L'ammontare dei prestiti è molto variabile, ma in genere si tratta di somme comprese tra i 1.500 euro e i 25.000 euro. Anche i piani di rimborso e gli interessi sono variabili, ma in genere la restituzione viene svolta a rate. Sono le persone stesse a mettersi d'accordo tra di loro sulla finalità del finanziamento e su tutti i dettagli correlati.

Le finalità, per esempio, potrebbero spazia dall'acquisto di una nuova auto alla ristrutturazione dell'abitazione. Senza dimenticarsi anche dei vari finanziamenti che, per esempio, vengono emessi per l'acquisto di una casa oppure dei mobili necessari ad arredarla. Sempre più spesso i finanziamenti vengono richiesti anche per tutto ciò che riguarda i viaggi di famiglia o gli studi accademici dei propri figli. Di meno, invece, si richiedono i soldi per il miglioramento dell'efficienza energetica della propria casa oppure per il consolidamento dei propri debiti bancari.

E le garanzie richieste? Dipendono dai prestatori stessi. Ognuno, difatti, può scegliere egli stesso le garanzie da adottare (e anche quelle di cui fare a meno). Ci sono persino dei prestatori che preferiscono non richiedere alcuna garanzia, il che rende i prestiti qui ancora più appetibili. Per quanto riguarda le rate, queste sono fisse e quasi sempre uguali, ma devono "trovarsi" nel range che va dai 12 ai 72 mesi.

Tutti gli importi richiesti vengono erogati sui vari conti correnti che, a loro volta, vengono usati per eseguire il rimborso mensile. Dunque, i soldi passano semplicemente da un conto corrente all'altro, il che aumenta il controllo e anche la facilità.

Le varie offerte non sono rivolte a una categoria di persone in particolare. Bensì puoi trovare le offerte per i dipendenti, per i liberi professionisti, per coloro che hanno un contratto tempo determinato (o indeterminato) e persino per i pensionati fino ai 75 anni. Il prestito lo puoi attivare sempre online, senza il bisogno di andare nella banca di persona e in alcuni casi non devi nemmeno comunicare il motivo per cui sei intenzionato a richiedere il prestito stesso.